Questo sito utilizza cookies tecnici in particolare per le seguenti funzionalità: statistiche anonime e aggregate. Continuando a navigare, si accettano i cookie.

Aree del sito

banner lascuolainchiaro Banner IoScelgoIoStudio 02
 banner PON 14 20 s

Orientamento anno scolastico 2017/2018

Referente: prof. ssa Cristina Zanin

orientamentoPremessa

Orientare non significa solamente trovare la risposta giusta per chi non sa cosa fare nel suo futuro, ma è una chiave per mettere il soggetto in formazione in grado di conoscersi, scoprire e potenziare le proprie capacità, affrontare i propri problemi.
L’orientamento è una modalità educativa permanente, un percorso che dura tutta la vita ma che, all’interno della Scuola Secondaria di 1° grado, prevede alcune tappe significative che vogliono aiutare e accompagnare gli studenti a valorizzare la scelta formativa e scolastica, nonché le eventuali successive “scelte” della vita.
L’azione orientativa nella scuola secondaria di 1° grado prevede un percorso di “accompagnamento” dell’alunno che si concretizza nella presenza di figure di sostegno alla scelta (insegnanti / psicologo) e di iniziative esterne al curricolo nella prospettiva di futuri rapporti con Enti e Agenzie del territorio.

Nella scuola secondaria di 1° grado l’orientamento formativo significa:

  • formare abilità e capacità funzionali al “saper scegliere” nelle situazioni del quotidiano come nelle situazioni a maggior grado di complessità;
  • promuovere capacità di impostazione e di soluzione dei problemi;
  • individuare nel soggetto le prime manifestazioni attitudinali e gli interessi per specifiche esperienze disciplinari;
  • riconoscere le competenze di base acquisite e motivare a ulteriori approfondimenti;
  • fornire adeguate conoscenze ed esperienze per una lettura analitica e di interpretazione del contesto locale socio-economico e culturale, nella prospettiva della mondializzazione, ovvero di una società multietnica e globalizzata;
  • migliorare, ristrutturare e integrare i curricoli disciplinari, accentuando l’attenzione agli ambiti di contenuti funzionali alle conoscenze strategiche delle discipline e alle loro applicazioni in materia di lavoro, impresa, professione anche nell’ottica dello sviluppo sostenibile.

Obiettivi

Obiettivi finali

  • Facilitare il processo di scelta consapevole
  • Rappresentare un accompagnamento alla scelta consapevole, anche e soprattutto per gli alunni più in difficoltà e a rischio di dispersione/abbandono
  • Dare alle famiglie le informazioni necessarie a sostenere e accompagnare i figli in questo percorso
  • Contrastare l’abbandono scolastico
  • Confermare o recuperare la motivazione verso l’apprendimento negli studenti
  • Far comprendere quanto è importante acquisire competenze qualunque sia il percorso successivo scelto
  • Promuovere il successo scolastico e formativo degli alunni


Obiettivi intermedi

Conoscere - Conoscersi -  Progettare - Decidere

Conoscere

Conoscere

Significa per utilizzare, ampliare, collegare le conoscenze, potenziare e scoprire le proprie abilità.
Molti contenuti vengono già forniti dallo studio delle materie curricolari, pertanto si tratta di fornire il metodo per utilizzare tali conoscenze.

In modo più specifico gli obiettivi sono:

  • Saper consultare le fonti
  • Saper selezionare le informazioni che occorrono
  • Saper esprimersi in termini personali
  • Saper sintetizzare
  • Saper utilizzare modi diversi di comunicazione
  • Saper trovare materiale significativo
  • Saper trattare le informazioni
  • Saper lavorare in gruppo
  • Saper utilizzare un lessico specifico

Significa focalizzare la dimensione personale ed aiutare i ragazzi a passare da un’immagine confusa di sé ad una meglio definita.
Il metodo è quello dell’autoriflessione (su di sé e sul lavoro personale).

Gli obiettivi si prefigurano prevalentemente in:

  • Promuovere una conoscenza di sé riflettendo sulle proprie esperienze e possibilità
  • Analizzare le proprie caratteristiche evolutive
  • Analizzare alcuni aspetti della propria personalità
  • Analizzare le proprie doti e competenze
  • Promuovere esperienze positive di socializzazione e di ascolto delle emozioni
  • Confrontare l’idea di sé con gli altri
Progettare Decidere

Significa allenare ad agire, proporre, comunicare, scegliere, riflettere su di sé tenendo conto delle risorse e dei limiti ambientali, nonché di quelli personali.

Significa avere la consapevolezza che le persone e le situazioni cambiano, che la decisione può essere, se necessario, rivista dato che le dimensioni di un individuo sono molte: affetti, amicizie, interessi e non solo lavoro.

  • Emergere di interessi, abilità, attitudini e competenze degli alunni
  • Dare informazioni sia sui tradizionali percorsi scolastici, sia sui percorsi di Istruzione e Formazione Professionale
  • Far conoscere ad alunni e famiglie le caratteristiche economiche ed occupazionali del territorio, dei servizi in esso presenti e delle fonti informative attivabili

Tempi

Il progetto Orientamento, nelle sue fasi attuative, è rivolto agli alunni delle classi seconde e terze. Tempi di svolgimento:

  • per le classi seconde a partire dal secondo quadrimestre;
  • per le classi terze tutto il primo quadrimestre, prima della scadenza per la presentazione delle domande di iscrizione alla Scuola Secondaria di Secondo Grado.

Azioni e fasi

Il progetto che viene delineato prevede nella sua attuazione due momenti correlati fra loro: uno di tipo informativo generale, l’altro di carattere formativo.

Fase informativa

  • Intervento di tipo orientativo per tutti i genitori degli alunni delle classi seconde; per tale intervento sarà coinvolta una psicologa esperta in Orientamento per risolvere i dubbi e dare certezze relative al momento di crescita e di scelta.
  • Un incontro di carattere informativo con operatori industriali (nelle classi seconde e terze) che dia agli alunni l’opportunità di conoscere alcune problematiche del mondo del lavoro e permetta di svolgere laboratori pratici, nuovi per loro, ma molto utili per una scelta più consapevole della scuola superiore.
  • Attivazione di una giornata di orientamento (Forum a Portogruaro): incontro con i Professori referenti dell’orientamento degli Istituti Superiori delle zone limitrofe, con momento informativo per gli alunni, perché possano conoscere in dettaglio l’offerta formativa dei singoli Istituti, ricevere chiarimenti sulle finalità dei corsi di formazione e sulle relative prospettive professionali.
  • Visita alle Scuole Secondarie di Secondo Grado da parte delle famiglie nelle date fornite dalla Scuola Secondaria di I° (predisposizione, da parte del docente referente dell’orientamento, di una bacheca all’ingresso della scuola con cartelloni pubblicitari degli Istituti Superiori con il calendario “scuole aperte”).
  • Individuazione e programmazione di un periodo all’interno dell’anno scolastico nel quale alcuni docenti del Consiglio di Classe, in orario curricolare, sulla base della propria formazione e delle discipline d’insegnamento, forniscono informazioni sull’offerta formativa e sulle materie d’indirizzo di determinati Istituti, nonché supportano gli alunni nel riconoscere le proprie potenzialità e attitudini relativamente a quelle specifiche discipline e ambiti di conoscenza.
  • Visione di filmati e utilizzo di materiale audiovisivo, sia relativo agli Istituti Superiori che ad aziende, imprese e laboratori
  • Incontri, in orario scolastico, tra alunni della Scuola Superiore e classi terze
  • Incontri con artigiani locali e altre figure professionali nelle classi seconde

Fase Formativa

Nella classe terza e sotto la guida dei docenti dei diversi ambiti disciplinari:

  • Esplorazione delle risorse, capacità e attitudini personali in funzione della scelta
  • Costruzione di un progetto personale di scelta che risponda a interessi, desideri e aspirazioni
  • Formazione e maturazione della consapevolezza del rapporto esistente tra scelte scolastiche/professionali e progetto di vita
  • Esercizio della capacità di riflessione sulle difficoltà, sull’impegno, sui sacrifici e sulle possibili gratificazioni proprie di un corso di studi, di una professione o di un mestiere
  • Esercizio di utilizzazione autonoma e collettiva di fonti di informazione, lettura di grafici e statistiche, attività volte a trarre informazioni dall’osservazione della realtà, esercizio di confronto di dati per fare le opportune deduzioni
  • Compilazione, da parte degli alunni, di questionari predisposti dai docenti e dalla “Città Metropolitana” all’interno del Forum di Portogruaro e riguardanti capacità, caratteristiche, interessi, aspettative, eventuale scelta scolastica dei singoli ragazzi
  • Formulazione, da parte dei docenti, del consiglio orientativo
  • Settimana dell’orientamento (fine novembre): incontri laboratoriali degli insegnanti tecnici e curricolari degli Istituti Superiori con gli studenti, volti a stimolare un approccio consapevole alla scelta
  • Incontri con esperti esterni su problematiche giovanili evidenziate dai ragazzi dell’Istituto e comunque relative al disagio adolescenziale, quali ad esempio l’uso di sostanze stupefacenti ed il fenomeno del bullismo
  • Visita ad aziende sul territorio ed incontri con lavoratori e titolari d’impresa

Modalità di monitoraggio e valutazione

  • Momenti di dialogo e discussione in classe sulle problematiche relative alla scelta della Scuola Secondaria di Secondo Grado
  • Confronto e discussione fra i docenti coinvolti nelle varie attività
  • Confronto e discussione all’interno dei Consigli di Classe terza
  • Confronto tra il Consiglio orientativo del Consiglio di Classe e la scelta finale del singolo alunno
  • Eventuale ricaduta positiva o negativa sulle scelte successive effettuate dagli studenti

Il monitoraggio avverrà nel corso dei mesi di attività di orientamento (novembre, dicembre, gennaio) e la valutazione del percorso seguito inizierà quando gli alunni saranno chiamati ad effettuare la scelta della Scuola Secondaria di secondo Grado, per proseguire fino alla fine del corrente anno scolastico e poi riprendere all’inizio del successivo, quando gli alunni licenziati ci daranno notizie dirette del loro inserimento nel nuovo ordine di scuola.
Auspichiamo anche di poter organizzare incontri tra docenti della Scuola Secondaria di 1° grado e docenti della Scuola Secondaria di 2° grado sia per valutare le attività di orientamento svolte sia per operare in un’ottica di continuità.